giovedì 28 maggio 2015

Riprende la pubblicazione

Quando Cesare lo scorso febbraio ci ha lasciati il blog ha interrotto la pubblicazione di post e nessun  articolo è stato più proposto.
Un'interruzione è stata necessaria per coloro che gli sono stati vicini, primi fra tutti Vanda e Alice, per rimettersi in sesto da un tale colpo, ritrovare la normalità nonostante il grande vuoto lasciato per poi lentamente riordinare le idee e riprendere l'esplorazione dell'arte che Cesare ha espresso negli anni. Questo sta portando al recupero, alla catalogazione, ed anche alla (ri)scoperta di tante cose prodotte negli anni, molte note altre sconosciute. 
Oltre alla quantità di lavoro prodotto negli anni Cesare negli ultimi mesi, nonostante la malattia, aveva lavorato senza sosta sia a nuovi progetti che aveva già in corso che a vecchi progetti, ripresi e che solo negli ultimi giorni aveva completato. Fino a qualche giorno prima di morire Cesare mi ha mandato nuovo materiale da pubblicare, cosa che non ho fatto perchè poi gli eventi sono rapidamente precipitati. 
Negli ultimi anni Cesare ha voluto utilizzare questo spazio, il suo blog su internet, per far conoscere il proprio lavoro, la propria arte. D'accordo con Vanda e Alice si è quindi deciso che il blog continuerà a pubblicare i lavori e le opere di Cesare: le immagini, i video, gli scritti, i quadri e tutto il genio creativo e il patrimonio umano che Cesare ci ha lasciato, dai primi lavori fino ai progetti più recenti, alcuni dei quali come detto mai proposti e altri ancora da sviluppare che speriamo di poter realizzare presto.

venerdì 13 febbraio 2015

Il sole

Il sole freddo
è un sole ingannevole
non scioglie il ghiaccio
e neppure il cuore
di coloro che
ti abbracciano
ti sorridono
ma non ne sanno la ragione
ti baciano
ma le labbra sono viola
eppure basterà attendere
che tu sia pronto ad accettarli
e loro si scioglieranno

giovedì 29 gennaio 2015

Quando

Quando il cielo è oscuro
allunga una mano e afferra le nuvole
Quando la pioggia ti bagna il viso
aspetta il sole
ti asciugherà
Quando cammini a piedi scalzi
sull’erba fresca
ringrazia la terra
per la sua dolcezza
Quando l’alba s’affatica ad arrivare
abbi pazienza
si sà che la gioia
ti fa sempre aspettare
Quando la luna se ne va
per meglio mostrare
il cinguettare delle stelle
tu non conosci il loro nome
ma loro il tuo sì
Quando la vita ti sembra storta
ricordati che dietro una curva
c’è sempre un rettilineo

domenica 18 gennaio 2015

La burrasca

Il cielo divenne scuro
ed il mare incominciò a ribollire
il vento era così forte
da lanciare i miei pensieri
contro l’infinito dell’orizzonte
Le barche le navi, spaventate
dalle onde feroci,
scappavano risalendo la battigia
cercando di superare
le dune che la sabbia aveva costruito
per proteggere il bosco
ma gli alberi schiaffeggiati dalla tormenta
le s’inchinarono chiedendo tregua
ma la tregua non c’era
rami spezzati
radici strappate
ma terminerà tutto ciò?



sabato 17 gennaio 2015

l'universo

Stavo covacciato a fianco di un ruscello ghiacciato
e venne la primavera
l’acqua si sciolse
e divenne un fiume
ed il fiume divenne un lago
ed il lago divenne un mare 
ed il mare divenne un oceano
ed io stavo sempre lì accovacciato
a guardare ad est l’aurora
e ad ovest il tramonto
sperando che l’oceano superasse i confini
e mi rapisse
perchè non c’è fine all’universo
non c’è limite alla vita